ARTE DA BERE – RAY MOORE E GIOVANNI MORETTI PER BISOL

Sto per fare un’affermazione. Mi consideri un po’ troppo superficiale per questo? Ti do una mano: sincerità. Si tratta di sincerità.

Sono una donna e lo ammetto, mi lascio spesso sedurre dalle etichette di un vino. Che dire, ho un senso spiccato per le cose belle, per l’arte, il design. Ogni volta che sono in una enoteca o in un supermercato mi piace ammirare le etichette, e studiarmele anche.

È come quando in libreria prendo dagli scaffali i libri dalla copertina ammiccante, ben fatta, dal design che mi aggrada.

Poi ci sarebbe da aprire una discussione su cosa sia arte o meno. E qui, democraticamente la chiudo subito dicendo che de gustibus, insomma, quello che può piacere a me non deve piacere necessariamente a tutti e viceversa.

collage_allyoucanart
FOTO CREDITS (collage): Allyoucanart.de

HIP HOP IN BOTTIGLIA

Delle bottiglie che mi hanno subito incuriosito sono quelle della serie lanciata da Ray Moore per Bisol e Carpineto.

Ray Moore, artista americano hip hop, ha curato una linea esclusiva di 40 bottiglie che sposa perfettamente la tradizione di una cantina come Bisol, che produce prosecchi in Valdobbiadene dal 1875.

L´artista americano che da 10 anni vive a Monaco, ha origini afro americane e uno stile inconfondibile con motivi colorati, personaggi vivaci. Anche i messaggi che trasporta sulle bottiglie sono vivaci e provocatori (“lick the bottle”, “we all need each other”). Mi chiedo se non sarebbe stato piú semplice cercare un artista italiano per interpretare il carattere di questi vini. Ma poi è il vino che da carattere all’etichetta, o l’etichetta che esprime il carattere del vino?

ETICHETTE E VINO: IN UNA PAROLA MARKETING?

Nel caso dei vini Bisol e Carpineto mi sono chiesta se fosse necessario creare una linea di vini cosí impegnativi dal punto di vista grafico, abbinando un artista americano hip hop con dei vini toscani o prosecchi della Valdobbiadene? Ovvio che una pensa alla solita trovata di marketing.

Cito quanto riportato dal blog My Wine Marketing.

“Nessuno può mettere in dubbio che la qualità del vino supera di gran lunga per importanza quello dell’etichetta, ma la realtà è ben diversa. Infatti, possiamo pensare di dividere i consumatori di vino in due categorie, quelli bene informati, cioè che sanno tutto sul vino (produttore, vitigno, zona di produzione, qualità, etc. etc.), e quelli che praticamente non sanno nulla di vino, o quasi nulla. La seconda categoria è quella più numerosa. Quasi il 90% dei consumatori di vino appartengono a tale categoria. Ed è proprio in questa categoria che l’etichetta deve svolgere la sua funzione di persuasione.”

Ad ogni modo ho assaggiato due di questi vini, quelli con la etichetta normale per intenderci, e non quella artistica esclusiva, e devo dire che li ho apprezzati molto.

note di degu

Che poi vini e arte sono un abbinamento eccezionale lo dimostra anche la scelta operata dal produttore Bisol per i suoi vini. In questo caso, a mio avviso, in maniera intellettualmente e culturalmente onesta, ha abbinato la tradizione veneziana del vetro di Murano alla bottiglia di Venissa. Che cosa fa questo produttore? Innanzitutto rivalorizza la Dorona. La particolarità di questo vitigno è che si tratta di una vigna murata che cresce nel mezzo della Venezia nativa, dove le viti sfidano l’acqua alta dando luogo a un vino unico al mondo. Poi sceglie di fondere due tradizioni di Venezia legate all’oro: riprende a lavoro la Dorona, l’uva d’oro amata dai Dogi e quasi scomparsa, e la foglia d’oro, prodotta ancora oggi a mano dalla famiglia Berta Battiloro a Venezia..

In questo caso l’idea è di Giovanni Moretti, uno dei più grandi artisti del vetro a Murano, ideatore della bottiglia di Venissa. La foglia d’oro viene fusa nel vetro e ogni bottiglia viene numerata a mano incidendo il numero sul vetro.

foto credit: veneziadavivire.com
FOTO CREDITS: veneziadavivere.com

LINK UTILI

Bisol: bisol.it

Carpineto: carpineto.com

Ray Moore: ray-moore.tumblr.com

QUALE DI QUESTE BOTTIGLIE PREFERISCI? CHE NE PENSI DEL RAPPORTO TRA VINO ED ETICHETTA? SOSTANZA E FORMA?

FAMMI SAPERE LA TUA OPINIONE!

 

 

 

 

(post sponsorizzato)

Francesca Romana 

Romana vinoservus

Seguimi su Facebook, Instagram & Twitter

 

 

 

Comments

comments

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.