Appena arrivi ad Asolo, la stradina in lieve salita, ti racconta la sua storia attraverso delle targhe come questa.

 

Proseguendo per questo piccolo borgo del trevigiano incontriamo sotto i portici un’osteria molto graziosa, dove decideremo di fare una sosta. Asolo fa parte dei Borghi più belli d’Italia ed è stato premiato negli ultimi anni per aver saputo puntare sul marketing del territorio in lingua inglese.

L’ANIMA DI ASOLO È NEL SUO NOME

Il nome Asolo viene dal latino “asilium” (asilo). In questo borgo si trovano le spoglie dell’attrice Eleonora Duse, che aveva scelto di essere sepolta qui. Invece l’inglese Freya Stark aveva scelto di vivere qui negli anni Cinquanta.

Interessante come il nome di questo luogo sia stato davvero sinonimo di accoglienza per delle anime artistiche.

Consiglio questa meta per un viaggio slow e improntato sulla scoperta dell’anima di un territorio.

Di Freya Stark questa citazione sul viaggio:

«Viaggiare significa ignorare i fastidi esterni e lasciarsi andare completamente all’esperienza, fondersi con tutto quello che ci circonda, accettare tutto quello che ci succede e così, in questo modo, fare finalmente parte del paese che si attraversa. E questo è il momento in cui si avverte che la ricompensa sta arrivando».

Molto carino come borgo, ci abbiamo passato un intero pomeriggio.

DOVE MANGIARE AD ASOLO

Abbiamo mangiato da “Al Bacaro” e scelto dei taglieri di formaggi e salumi, innaffiati da un’ottima Glera frizzante.

Questo locale nasce nel 1892, il primo oste è il pugliese Damiano Cavaliere che ne fa luogo di ritrovo per braccianti, contadini e artigiani.

OSTERIA AL BACARO

Via Browning, 165 – 31011 Asolo TV

T:. +39 0423 55150

E: osteriaalbacaroasolo@yahoo.it

Come arrivare all’Osteria del Bacaro  – Mappa

INFORMAZIONI UTILI SU ASOLO

Altre cose da fare in Veneto se ami il vino: andare al Vinitaly

[WD_FB id=”11″]

 

CONSIGLIATO DA

Francesca Romana 

Romana vinoservus

Seguimi su Facebook, Instagram & Twitter

 

Comments

Sono Francesca Romana, lavoro nel marketing turistico e vivo a Vienna da nove anni.

“Scrivo, assaggio, viaggio, ergo sum” è diventato il mio motto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

By continuing to use the blog Vino Servus, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close