MONOPOLI ~ Slow Travel 

Monopoli più di un gioco di società, considerata la “città delle contrade” di Puglia.

La mia visita a Monopoli, segue sempre il mio stile slow travel, fatto di gite in treno e passeggiate percorrendo a piedi centri sconosciuti. Senza cartina e seguendo l’intuito, la conformazione urbanistica del luogo, sono stata attratta verso il basso,  e percorrendo le stradine in discesa, sono arrivata dove volevo, attratta dal forte richiamo del mare.


Monopoli è anche detta la città delle centocontrade. L’agro infatti è diviso in varie località denominate contrade, i cui toponimi rievocano antichi casali scomparsi, la presenza di una masseria, di una chiesa o altri riferimenti storico-geografici.

 

Sono Francesca Romana, lavoro nel marketing turistico e vivo a Vienna da nove anni. “Scrivo, assaggio, viaggio, ergo sum” è diventato il mio motto.
Continue Reading

DOORS OF LECCE

Durante la mia ultima visita a Lecce avvenuta lo scorso novembre, mi sono soffermata sulle porte di questa città. Ma non le porte che circoscrivono il centro cittadino, bensì le porte di abitazioni private, che mi fermo ad ammirare ogni volta. Spesso cammino con il naso all’insù per ammirare i balconi di queste case.

LECCE E LE SUE PORTE

Il mio amore per questa città è antico, sincero e immutato. In questa città ho studiato, avuto i miei primi lavori e vissuto per la prima volta “lontana” da casa, giusto quei 40 chilometri che ti fanno sentire autonoma e un po’ più grande e indipendente!

Nei primi anni da pendolare, capitava spesso di avere qualche ora di buco tra una lezione e un’altra. Per questo motivo ho iniziato a passeggiare per il centro storico, al punto da conoscerlo praticamente a memoria.

Sono Francesca Romana, lavoro nel marketing turistico e vivo a Vienna da nove anni. “Scrivo, assaggio, viaggio, ergo sum” è diventato il mio motto.
Continue Reading

CARTOLINE DA POLIGNANO A MARE

Sono opera di Guido “Il Flâneur” Lupori che ha reso il centro di Polignano a mare una cartolina con citazioni poetiche, stralci di libri famosi o frasi d’amore dedicate a Polignano.

wpid-wp-image-1122022830jpg.jpeg wpid-wp-image-1455213933jpg.jpeg

Cosa si sa di questo autore?

Guido è un barese trapiantato a Polignano dal 1984.  Non nasce come scrittore, ha difatti lasciato la sua professione di rappresentante edile per seguire la vocazione letteraria. L’idea di scrivere poesie sui muri nasce dal fatto di voler porre l’attenzione sulle parole e non sull’autore. Azzeccatissima il nome f on il quale si firma, la parola francese  flâneur accompagna le parole vagabonde che trovano alloggio sulle mura cittadine, sugli scalini e le porte di Polignano a Mare.

wpid-wp-image-996852540jpg.jpeg

Amore è vita e mai la vita muore. Emily Dickinson.

Tra i poeti più amati da Guido Lupori troviamo Edoardo Sanguineti e Silvia Plath, da non dimenticare la poesia surrealista dalla quale trae ispirazione per la realizzazione lavoro artistico.

LEGGI anche:

POLIGNANO A MARE ~ cosa vedere

POLIGNANO A MARE ~ Le grotte

MONOPOLI ~ Tra chiese e contrade 

 

Sono Francesca Romana, lavoro nel marketing turistico e vivo a Vienna da nove anni. “Scrivo, assaggio, viaggio, ergo sum” è diventato il mio motto.
Continue Reading

LE GROTTE DI POLIGNANO A MARE #romanainpuglia #01

 

La prima gita in treno che non faccio da sola mi porta a Polignano a mare (Bari).
Era da tempo che volevo visitare la sua costa, le grotte che hanno reso famosa questa città di mare che vive prevalentemente di turismo e pesca.

Sono Francesca Romana, lavoro nel marketing turistico e vivo a Vienna da nove anni. “Scrivo, assaggio, viaggio, ergo sum” è diventato il mio motto.
Continue Reading

NOSTALGIA CANAGLIA

Questo caffè é l’unico caffè che bevo da quando vivo all’estero, cioé da sette anni (a Vienna), dieci in totale. 🙂

Se ti interessa saperne di piú e assaggiare il Salento in tazzina: Quarta Caffè > Online Shop 

 Francesca Romana #vinoservus

Sono Francesca Romana, lavoro nel marketing turistico e vivo a Vienna da nove anni. “Scrivo, assaggio, viaggio, ergo sum” è diventato il mio motto.
Continue Reading