L’inconveniente sopraggiunto,
la delusione,
l’insospettabile

fulmine a ciel sereno.

Le lunghe attese,
l’incombente trepidazione,
ma è vero che
grandi aspettative ingannano
e chi troppo abbraccia, nulla stringe.

L’inconveniente sopraggiunto
fu irreparabile,
ma è vero che
un forte sentire stordisce
e l’istinto soccombe alla ragione.

Non ci aspetteranno più
né Parigi, né Vienna,
le allegre passeggiate
in quella baia del Sud…
…troverai qualcun’altra a cui chiedere:
portami vicino al mare…
portami vicino al mare…
portami vicino al mare…

L’inconveniente sopraggiunto,
la delusione,
ma è vero che
per alcune volpi l’uva è acerba…

Non ci aspetteranno più
né Parigi, né Vienna,
le allegre passeggiate
in quella baia del Sud…
…e già sulla via del ritorno,
solerte, sussurravi:
portami vicino al mare…
ortami vicino al mare…
portami vicino al mare…

portami vicino al mare…
portami vicino al mare…

vicino al mare…
vicino al mare…

ASCOLTA UVA ACERBA

Questa canzone fa parte della raccolta uscita nel 2002 «L’ Eccezione» – intervista ^ Carmen Consoli è l’Eccezione: la prima donna all’Olimpico, in Corriere della Sera, 25 giugno 2003

 

ALTRE CANZONI SUL TEMA VINO 

Comments

Sono Francesca Romana, lavoro nel marketing turistico e vivo a Vienna da nove anni.

“Scrivo, assaggio, viaggio, ergo sum” è diventato il mio motto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

By continuing to use the blog Vino Servus, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close