Cosa sarebbe l’estate senza andare in spiaggia? “Ich will ans Meer”, mi dice Ania al momento di prenotare, contenta del mio interesse per il mio paese, ma che esige quanto meno una meta al mare.

Lei che non ha fatto nemmeno il bagno nel Mar Baltico perché “fa troppo freddo”.

© Vino Servus, Polonia 2019

Danzica e le sue sorelle sono una meta estiva insolita, adatta a chi non cerca l’abbronzatura facile, non vuole abbandonare l’idea di fare il bagno in estate, ma apprezza anche il passato di un paese che iniziato ad esprimersi dagli anni Ottanta in poi.

L’idea di base di questo viaggio è quello di andare in un paese del quale non conosco la lingua, farmi guidare e consigliare dalla mia esperta di fiducia, un’amica polacca, alla (ri)scoperta del suo paese.

Cercare di capire l’estate polacca

Fare passeggiate sul lungomare polacco, chiamato Molo; aver timore di entrare in acqua perché fa freddo e farlo, perché chissà quando mi ricapita di farlo.

 

Stupirsi che i polacchi usino dei plaid di pile invece di stuoie o asciugamani di spugna, e capirne il motivo e apprezzarne il calore, tra uno sbalzo di temperatura e l’altro.

© Vino Servus, Polonia 2019

Aver chiaro che se vedi una foca all’improvviso non devi cedere alla tentazione di avvicinarti e toccarla. Pensare che non potrai delimitare la tua zona privata sulla spiaggia, perché non sei in possesso di un parawan, come le famiglie che al mattino affermano il proprio spazio vitale con la scusa di proteggere i bambini dal freddo.

Mi ricorda la gara degli ombrelloni delle famiglie italiane al mattino, per assicurarsi il proprio fazzoletto di spiaggia tra la folla accaldata. Su questi lidi polacchi invece serve la coperta, perché fa freddo, fa caldo e può anche piovere. E noi queste tre varianti le abbiamo assaporate tutte nell’arco di un’ora.

Famiglie polacche e parawan da spiaggia © Vino Servus, Polonia 2019

Per noi invece sono un cubo di Rubik da risolvere e un vecchio numero di Internazionale da leggere le uniche preoccupazioni.

Il timido calore baltico mi trasmette una serena inquietudine, e la consapevolezza che il sole non è un elemento scontato, e che le ho è solo che se vivi a sud di qualcun’altro.

Ma la sensazione che trasmette essere al mare è per me sempre quella di pace e gli effetti benefici di questo elemento, nonostante le differenti latitudini, sempre gli stessi.

La spiaggia di Gdynia Orlowo © Vino Servus, Polonia 2019

Consiglio: abbiamo preferito dormire a Gdynia Orlowo, perchè più economico e fare delle escursioni.
Le tre città sono collegate molto bene con il sistema di trasporti locale. La nostra base era Gdynia, e da lì abbiamo fatto dei giri in giornata.

Le tre città del Baltico da visitare – Le Trojmiasto della Pomerania

– Danzica
– Sopot
– Gdynia

 

Muoversi in Polonia: 🔗 mezzi pubblici in Polonia 
Arrivare in Polonia: 🔗 Istruzioni d’uso
Siti da visitare per scoprire la Polonia



Booking.com

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.