fbpx

Bussi baba mascherine!

Quante ne avevate comprate? Io ne ho quattro e rigorosamente in tessuto, perchè lavabili. Due comprate da me, e due regalate. 

Farò bene a sfoggiarne una diversa al giorno, perché pare che in due settimane, le mascherine saranno solo un ricordo. 

 

Cosa cambia dal 15 giugno 2020

Cittadini responsabili 

Il governo austriaco fa leva sulla “Selbstverantwortung” dei cittadini, quindi sulla responsabilità personale dei cittadini.

Il filosofo austriaco Konrad Paul Liessmann ha affermato in una conversazione con la testata 🔗 Der Standard “non c'è responsabilità personale senza conoscenza” 

“La mancanza di conoscenze sicure si oppone a una decisione veramente responsabile. Molte persone alla fine della catena decisionale si sentono giustamente sopraffatte.”

 

Per quel che mi riguarda, mi chiedo se sia arrivato il momento giusto di disfarci di queste misure. Siamo giunti al punto da poter ritornare alla vita di prima?

Gastronomia e turismo 

ORARI

  • Gli esercizi di ristorazione potranno aprire i loro locali commerciali ai clienti tra le 06.00 e le 01.00 del mattino.
    • C’è quindi un prolungamento degli orari di chiusura. 
    • Questo vale anche per le strutture di ristorazione nelle strutture ricettive.

MASCHERINA

  • Il personale continuerà ad indossare la mascherina 
    • I clienti non avranno più l’obbligo di indossarla entrando nei locali. 

AI TAVOLI

  • La regola di “solo quattri adulti” per tavolo decade, ma resta l’obbligo di un metro di distanza tra i tavoli. 
    • Il numero massimo di persone che possono sedere ad un tavolo resta a discrezione del proprietario del locale.

Petizione per sostenera la gastronomia austriaca 

www.rollingpin.at/rettetdiegastro 

Eventi e tempo libero

Già a partire dal 29 maggio 2020, un massimo di 100 persone possono riunirsi negli spazi pubblici. 

I gruppi di visitatori non sono più considerati come un massimo di quattro adulti con i loro figli minorenni o persone che vivono nella stessa casa. Le persone possono anche sedere allo stesso tavolo in gruppo. Sono possibili prenotazioni di gruppo.

L'uso della mascherina resta ancora obbligatorio solo nei seguenti casi:

  • sui trasporti pubblici,
  • nelle farmacie,
  • per i dipendenti del settore della ristorazione, e
  • se, nel settore dei servizi, la distanza di almeno un metro tra il fornitore di servizi e il cliente non può essere mantenuta a causa dell'attività professionale.

Inoltre il rischio di infezione può essere ridotto al minimo con altre misure di protezione adeguate.

A breve solo un lontano ricordo?

Negozi e musei 

Dal 30 maggio la regola di 1 cliente per 10 metri quadrati non sarà più valida nei negozi e nei musei. 

Tuttavia, deve essere mantenuta una distanza minima di 1 metro dagli altri clienti, e per il momento l'obbligo di indossare la mascherina resterà in vigore fino al 15 giugno.  

Inoltre, è stato abolito l'obbligo di indossare le mascherine nei mercati all'aperto e nelle aree all'aperto dei locali commerciali.

 

Mobilità e mezzi pubblici 

Dopo il blocco del Coronavirus, anche a Vienna la mobilità è nuovamente aumentata, soprattutto in auto e in bici.

Tuttavia, molte persone sono probabilmente ancora un po' a disagio ad usare i mezzi pubblici.

La Wiener Linien, società di trasporti di Viennasta lottando con un forte calo del numero di passeggeri e la conseguente perdita di entrate.

Mascherine – collezione primavera 2020

FONTI

 

Cosa pensate di questa decisione? 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: